Radiografia digitale

Diversi strumenti radiografici digitali sono diventati d’uso comune nella pratica clinica ormai da diversi anni. In questo corso non saranno trattati i diversi approcci, ma li si può ritrovare in molte pubblicazioni e molti forum per la "tecnologia" nella prassi odontoiatrica. Un articolo di Parks e Williamson16 disponibile in formato elettronico nel Journal of Contemporary Dental Practice analizza gli approcci radiografici attuali che fanno impiego di radiografia digitale. Stanno diventando sempre più numerose le pubblicazioni che dimostrano la superiorità dei sistemi radiografici digitali rispetto alla tradizionale pellicola radiografica. Uno di questi articoli17 dimostra che le piastre di fosforo presentano una precisione sempre maggiore nella diagnosi della carie, riducendo al contempo la variabilità dell’osservatore. Jacobsen et al.18 hanno recentemente messo a confronto quattro diversi sistemi radiografici utilizzando misure istologiche per presentare una relazione a 4 specialisti esperti. È stato accerta che due dei sistemi erano più precisi degli altri per una misurazione della profondità della carie. Vi è necessità di più studi di questo tipo per aiutare i professionisti clinici a scegliere l’approccio che desiderano utilizzare nella diagnosi della carie allo stadio iniziale nell’ambiente clinico. Un esempio della radiografia bitewing digitale e del sensore clinico sono riportati qui di seguito per illustrare la presenza di lesioni cariose.

Img
Sensori CCD per la radiografia digitale diretta mostrata come formato #2, formato #1 e formato #0.

Immagini prese con la radiografia digitale che mostrano diversi stadi di carie.

Img
Img

I diversi sistemi hanno varie funzioni software per visualizzare le radiografie digitali, come mostrato qui. La possibilità di cambiare contrasto, colore, girare in negativo, misurare la densità, misurare lunghezze e modificare in altro modo un'immagine per la diagnosi aumenta enormemente la capacità dello specialista di reperire informazioni. L'obiettivo è quello di effettuare la diagnosi della carie prossimale nei suoi primissimi stadi, quando è ancora possibile ottenere una remineralizzazione, anziché procedere con intervento chirurgico e restauro.

Img

La cattura dello schermo di cui sopra illustra radiografie bitewing adottate e visti usando il sistema Mediadent. Nota: l'unica area cerchiata in rosso mostrando carie interprossimali per il paziente. Sotto le radiografie digitali, gli strumenti sono indicati per la gestione delle immagini.

Img

La cattura dello schermo in alto mostra una radiografia digitale bitewing utilizzando il sistema Vipersoft. Le aree evidenziate sono state segnate nel corso di una discussione con il paziente. Barre degli strumenti per la gestione delle immagini sono visti a sinistra e nella parte superiore dell'immagine.

img

La cattura dello schermo in alto illustra una digitale peri-apicale radiografia dal sistema Schick per la radiografia digitale. Le icone per la gestione delle immagini sono visibili sopra l'immagine.