Ascesso dentale

Ascesso dentale

Un ascesso dentale è un rigonfiamento doloroso ripieno di un liquido denso di colore giallo (pus). Esistono due tipi di ascessi dentali: un ascesso alle gengive (noto anche come ascesso parodontale) e un ascesso ai denti (noto anche come ascesso periapicale).

Quali sono le cause di un ascesso dentale?

Gli ascessi possono formarsi quando la parte interna della bocca è irritata e vi penetrano i batteri, provocando un’infezione. L’ascesso si forma attorno a questa infezione come una barriera che impedisce all’infezione di diffondersi.

Un ascesso gengivale è causato generalmente da un’infezione tra il dente e la gengiva. Può svilupparsi a causa della presenza di residui di cibo incastrati o, in caso di malattia parodontale grave, per l’accumulo di batteri sotto la gengiva e nell’osso.

Un ascesso ai denti compare sulla punta della radice dentale e si forma quando il nervo di un dente è morto o sta per morire.

Sintomi dell’ascesso dentale

I sintomi di un ascesso dentale comprendono:

  • Dolore pulsante

  • Rigonfiamento ripieno di pus

  • Infiammazione delle gengive

  • Denti sensibili alla pressione

  • Cattivo odore nella bocca (causato dal drenaggio del pus)

È importante non ignorare i sintomi di un ascesso ai denti o alle gengive, in quanto l’infezione può durare mesi o anni e non si risolverà senza un trattamento. Se non curata, l’infezione può danneggiare i denti e l’osso circostanti e può anche diffondersi al flusso sanguigno, provocando complicazioni più gravi.

Trattamento dell’ascesso dentale

Se pensi di avere un ascesso ai denti o alle gengive, dovrai prendere un appuntamento con un dentista.

Il dentista pulirà la zona attorno all’ascesso ed effettuerà un drenaggio dello stesso al fine di rimuovere il pus intrappolato e curare l’infezione. Talvolta, nella bocca si sviluppa una fistola attraverso l’osso e la pelle per consentire il drenaggio del pus. Qualora dovesse svilupparsi questo canale cavo a seguito di un ascesso, il dentista lo pulirà per favorirne la chiusura spontanea.

Se all’interno del dente si è sviluppata un’infezione, il dentista dovrà creare un piccolo foro nel dente stesso. Ciò consentirà il drenaggio dell’ascesso al dente. A seguito di questa procedura, saranno necessari un trattamento di devitalizzazione e un’otturazione o una corona.

Nei casi in cui l’ascesso abbia danneggiato il dente o sia particolarmente esteso, potrebbe essere necessario rimuovere il dente.

Se l’ascesso dentale è causato da una malattia parodontale, sarà necessario trattare la malattia per prevenire un’ulteriore infezione. In ogni caso, il dentista può drenare l’ascesso per alleviare il dolore.

Come prevenire un ascesso dentale

È possibile prevenire la comparsa di ascessi mantenendo una buona salute dentale. Ciò comprende lo spazzolamento e l’uso del filo interdentale quotidianamente, nonché controlli regolari con un dentista.